5 SCOPERTE LETTERARIE DEL 2020

Il 2020 è stato un anno molto particolare, tenterò di dimenticarlo ma probabilmente sarà l’unico che non dimenticherò mai del tutto. Se parliamo di libri però devo ammettere che qualche gioia l’ha regalata.
L’articolo di oggi, 5 scoperte letterarie del 2020, mi permette di raccontarvi 5 libri che ho scoperto l’anno scorso e che porterò nel cuore.


non per me sola valeria palumboNON PER ME SOLA
Storia delle italiane attraverso i romanzi
di Valeria Palumbo

Editore: Laterza |Acquistalo QUI

Non per me sola è un saggio che tutti dovremmo leggere perchè nelle sue pagine è contenuta la storia di un Italia che fino ad oggi abbiamo letto e studiato solo attraverso lo sguardo maschile. Una storia che dunque conosciamo a metà e che, grazie a questo saggio, possiamo conoscere anche attraverso la voce di donne straordinarie. Voci di donne che dall’Ottocento ad oggi hanno  raccontato la stessa storia dei colleghi uomini ma da un punto di vista vero, limpido, non filtrato.

Le scrittrici, narrando il mondo, hanno rovesciato lo sguardo e il racconto. Raccontare il mondo vuol dire anche cambiare il punto di vista. Forse anche gli archetipi.

recensione


una donnaUNA DONNA
di Sibilla Aleramo

Editore: Feltrinelli |pagine 165 |Acquistalo QUI

Pubblicato per la prima volta nel 1906 Una donna è stato un romanzo che ha fatto storia.
Prima della lettura di questo romanzo non sapevo nulla di Sibilla Aleramo. Non conoscevo la sua storia, la sua travagliata vita domestica e il desiderio di libertà che non le era concesso in quegli anni in Italia, soprattutto in quanto donna e moglie.
Una donna è stata davvero una scoperta e ho capito perchè viene considerato il primo romanzo femminista italiano. È  un romanzo imprescindibile, essenziale per comprendere non solo la figura di una grande voce femminile del primo novecento, ma soprattutto indispensabile per comprendere la condizione sociale e culturale di un’Italia dei primi anni del novecento ancora lontana dal riconoscimento di uguaglianza della donna. 

Signora di sè stessa la donna non era di certo ancora: lo sarebbe mai?

recensione


passaggio in ombra di lasciaPASSAGGIO IN OMBRA
di Mariateresa Di Lascia

Editore: Feltrinelli |pagine 266 |Acquistalo QUI

Passaggio in ombra è stata una piacevole scoperta fin dal suo acquisto al mercatino dove mi è bastato leggere la quarta di copertina per rimanerne affascinata.
Giunta a casa, ho scoperto che Mariateresa Di Lascia non solo era nata a Rocchetta Sant’Antonio, un paesino della mia provincia (Foggia), ma che nel 1995 – ad un anno dalla sua morte prematura – vinse l’ambito Premio Strega.
Un romanzo dal sapore di un’autobiografia ma anche della saga familiare. Un crogiolo di storie, personaggi e memoria raccontate con una scrittura trasparente e precisa. ⁣

recensione


prima della quietePRIMA DELLA QUIETE
Storia di Italia Donati
di Elena Gianini Belotti

Editore: Rizzoli |pagine 336 |Acquistalo QUI

In questo romanzo Elena Gianini Belotti, che si è recata sui luoghi dell’accaduto, tenta di ricostruire la vicenda di un’insegante, Italia Donati, accusata prima di aver avuto la presunzione di studiare attirandosi le invidie e il pettegolezzo dei compaesani , e poi di adulterio e aborto venendo diffamanta, insultata e isolata.
Prima della quiete è però anche un romanzo sulla condizione delle donne, sul femminismo, sulla denuncia di una storia – quella dell’Italia intera – in cui il patriarcato era ancora fortemente radicato e dunque l’istruzione della donna mal vista, così come l’audacia di affrancarsi dalla povertà cercando un lavoro lontano dai campi, a costo di vivere da sola lontano dalla famiglia e senza un maschio a prendersene cura.

E l’istruzione doveva apparire un lusso inconcepibile, una pretesa scandalosa, un’ambizione colpevole che suscita soltanto biasimo. E sotto il biasimo covava l’invidia.

recensione


stonerSTONER
di John Williams

Editore: Fazi |pagine 332 |Acquistalo QUI

Stoner è stato un romanzo che desideravo leggere da moltissimo tempo e quando sono giunta all’ultima pagina ho capito perchè è tanto amato. La sua è una trama lenta, senza colpi di scena, che ripercorre in ordine cronologico la vita di Stoner, un professore universitario elegante, colto, fedele, umile.Un uomo capace di grandi cose ma che non osa rischiare, ed è proprio qui che risiede la bellezza del romanzo: nella straordinaria semplicità di una vita vissuta senza eccessi.

“…Stoner attraversa con grazia leggera e delicatezza il cuore del lettore, ma la traccia che lascia è indelebile e profonda“.

recensione

Condividi il tuo pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...