LE MIE LETTURE DEL 2019

Il mio 2019 è stato un anno strano, calmo per certi versi burrascoso per altri. Nel mezzo ho trovato il tempo per leggere tanti bei libri, forse pochi quantitativamente ma grazie a Pennac ho imparato a rispettare la me lettrice, le mie voglie, i miei gusti e i desideri del momento lasciando libri a metà ed iniziando altri quando ancora ne avevo molti sul comodino.
In questo post – che arriva un pò in ritardo – vi racconto il mio anno appena trascorso in termini libreschi.


MIGLIOR LIBRO LETTO NEL 2019 


l'isola di arturo elsa morante

Ci ho pensato un pò prima di scegliere lui come miglior libro del mio 2019 perchè non pensavo, a distanza di tempo, di averlo apprezzato così tanto. Sceglierlo fra tutti i libri letti non è stato facile perchè L’isola di Arturo non è stato uno di quei romanzi che tmi ha lasciato con lo sguardo innamorato, no anzi, ho avuto bisogno di tempo per assimilarlo e per comprenderne la grandezza.
Un romanzo che consiglio assolutamente di leggere.

r e c e n s i o n e


MIGLIOR SEQUEL LETTO NEL 2019


Il 2019 è stato l’anno di Harry Potter. Per tutto l’anno appena trascorso mi sono dedicata alla saga più famosa di sempre, alla quale però io mi sono avvicinata in età adulta e dopo averla disdegnata per anni.
Leggere Harry è stato una scoperta, un viaggio in un mondo – non solo quello magico- in cui sono riuscita a trovare attimi di pace dalla mia ansia e a comprendere finalmente perchè il mondo intero adora questo piccolo, coraggioso maghetto.

 


dracul dacre stokerQUALI USCITE HAI ASPETTATO E ASPETTI DI PIU’?

Non sono una fan delle nuove uscite ma nel 2019 ho atteso con ansia l’uscita di un romanzo scritto da un discendente diretto  di Bram Stoker, padre letterario di Dracula.
Dacre Stoker racconta la storia dell’amata Ellen, la tata che misteriosamente appare in casa Stoker in un momento di grande bisogno per poi scomparire, all’improvviso, in una notte senza lasciare tracce di sè se non una sottile linea di contatto con Bram. Tra realtà e fantasia, Dacre tenta di raccontare una storia accaduta nella sua famiglia e che avrebbe influenzato poi Bram nella stesura del suo Dracula.
Se come me temete di trovarvi di fronte ad una brutta copia di Dracula o, peggio ancora, ad uno scrittore che tenta di sfruttare il famoso discendente e il suo capolavoro mondiale per cercar fortuna, vi assicuro che non è questo il caso. Dacre Stoker è riuscito a raccontare una storia diversa, seppur simile nel genere e nelle atmosfere di Bram Stoker, che incolla il lettore alle pagine.

R e c e n s i o n e


QUAL E’ LA NUOVA USCITA CHE NON HAI ANCORA LETTO MA CHE VUOI LEGGERE?


lungo petalo di mare

“Lungo petalo di mare” è l’ultimo romanzo di Isabel Allende.
Immaginate la mia faccia quando ho scoperto che il 21 Maggio la Feltrinelli annunciava l’uscita del nuovo romanzo e io riponevo in libreria l’ultimo libro acquistato che completava la mia collezione.
Ho atteso il Natale nella speranza che qualcuno esaudisse la mia richiesta e invece lui è la nuova uscita che non ho ancora letto.

T r a ma


LA PIU’ GRANDE DELUSIONE DI QUESTO 2019 


il grande mare dei sargassi“Jane Eyre” è uno dei miei libri del cuore e sulla sua scia ho desiderato per molto tempo leggere “Il grande mare dei Sargassi“, un romanzo nel quale Rhys immagina il primo incontro, l’amore e la decisione poi di tornare in Inghilterra di Mr. Rochester e Antoinette (Bertha) Watson, la moglie pazza che si muove sinistramente nella torre di Thornfield Hall.
L’idea in sè è molto bella e il romanzo ricostruisce in maniera credibile il passato di una donna destinata ad un amore infelice e ad una morte tragica, ma nonostante una grande aspettativa e le mie buone intenzioni di lettura, il romanzo non mi ha stregato come avrei voluto. Probabilmente nella mia testa ha dovuto subire lo scontro con Jane Eyre a cui si ispira e, personalmente, ne è uscito perdente.

R e c e n s i o n e


LA PIU’ GRANDE  SORPRESA


il templare di otrantoIl templare di Otranto” è arrivato all’improvviso nella mia libreria e in maniera del tutto inaspettata. Quando Chiara (il mio mondo inventato) mi ha contattato per propormi la lettura di questo romanzo non ho avuto esitazioni, soprattutto perchè conosco il suo amore per la sua terra, Otranto appunto, e la sua passione per la buona lettura. In effetti il romanzo, primo di una trilogia, si è subito mostrato un lavoro ben fatto, ricco di Storia, di storie e di amore per una terra che, a sua volta, di storie potrebbe raccontarne milioni. Diana e Pierluigi hanno però deciso di raccontarne una sola quella di Riccardo, il giovane protagonista il cui destino s’intreccia con il grande e meraviglioso mosaico pavimentale della cattedrale di Otranto e l’imperatore Federico II.

R e c e n s i o n e


IL TUO NUOVO AUTORE PREFERITO (conosciuto nel 2019)


Il 2019 è stato l’anno in cui ho, finalmente, conosciuto Stephen King. Un incontro casuale che ha decretato però un nuovo amore. Tutto è cominciato con Cose PrezioneQUI la recensione – che ho letteralmente adorato e sul quale mi ero ripromessa di continuare a leggere altri romanzi dello scrittore. Dopo qualche  mese ho infatti deciso di cimentarmi con Le notti di Salem  e posso solo dirvi che il mio apprezzamento per il maestro dell’horror è stato più che confermato.
Il prossimi libro? Ovviamente IT, già disponibile nella mia libreria.


IL PERSONAGGIO DI CUI TI SEI INNAMORATA


la memoria rende liberiPiù che di un personaggio romanzesco, il 2019 mi ha fatto conoscere Liliana Segre, memoria vivente della Shoah e senatrice a vita della Repubblica Italiana.
Di libri ne ha scritti molti e instancabile continua a portare la sua testimonianza in giro per scuole ed eventi dedicati alla memoria.
La sua storia è struggente e forte, soprattutto perchè la Segre era ancora una bambina quando fece il suo ingresso ad Auschwitz.
Se non avete mai letto, o non sconoscete, Liliana Segre vi consiglio di recuperare qualunque suo scritto o un video su YouTube.
.

R e c e n s i o n e


UN LIBRO CHE TI HA FATTO PIANGERE E UNO CHE TI HA FATTO RIDERE

Benevolenza cosmicaQUI la recensione – è stata una piacevolissima lettura non solo per il suo contenuto inusuale, fresco e diverso ma anche per il suo stile brillante e un linguaggio ricercato di chi sa maneggiare perfettamente la lingua italiana. Un piccolo gioiellino che sa conquistare, intrattenere e interrogare su alcuni aspetti della nostra vita.
Se questo è un uomo, invece,  –QUI la recensione – non ha bisogno di molte presentazioni e spiegazioni, la sua fama lo precede e tutti conosciamo la dettagliata, quasi chirurgica descrizione che Primo Levi fa del suo internamento e delle sue giornate . Un libro che mi ha fatto piangere tanto ma soprattutto vergognare del genere umano.


L’ADATTAMENTO CINEMATOGRAFICO PREFERITO DI QUESTO 2019


La verità sul caso Harry Quebert  e la serie de L’amica geniale sono stati gli unici adattamenti che ho visto nel 2019 e che ho molto apprezzato non solo per la scelta azzeccata dei cast ma anche per la fedeltà alla trama del libro: mal sopporto un film/ serie tv che si allontana dal libro o addirittura intruduce nuove scene e situazioni.
Per me entrambi valgono molto, soprattutto L’amica geniale perchè trovo che il regista sia riuscito a ricreare esattamente l’atmosfera del libro.


anche se in ritardo
FELICE ANNO NUOVO AMICI!
Buon 2020

3 pensieri riguardo “LE MIE LETTURE DEL 2019

  1. Ciao! Bellissime letture! 🙂 Non conoscevo “La memoria rende liberi”, ma le tue parole mi hanno molto incuriosita quindi l’ho aggiunto alla mia lista di libri da leggere assolutamente 🙂

    "Mi piace"

Condividi il tuo pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...