5 cose che | 5 libri che vorrei rileggere *21

Questa settimana a cavallo tra ottobre e novembre è ufficialmente finita e comincia il primo week end del mese. Come sempre torno con l’appuntamento del venerdì e con la rubrica 5 cose che…
Come avete notato dal titolo oggi vi parlo dei 5 libri che mi piacerebbe rileggere. Libri che mi hanno tenuto compagnia, che mi hanno formato, mi hanno insegnato a guardare la vita con occhi diversi perchè è vero, esistono che diventano compagni di vita, di emozioni e che ci restano impressi nel cuore.

Questi sono i miei 5 libri:

IL DISCEPOLO


31pvvl3assl-_bo1204203200_Trama:
Una notte, curiosando nella biblioteca del padre, una ragazza fa una strana scoperta: un fascio di vecchie lettere indirizzate “Al mio caro e sfortunato successore”. E, accanto alle lettere, un libro ancora più strano, dalle pagine completamente bianche eccetto quelle centrali, raffiguranti un drago e la scritta “Drakulya”. Quel libro è la chiave d’accesso a un mistero – e a un orrore – sepolti nelle profondità della storia. Nei secoli, generazioni di studiosi hanno tentato di decifrarne l’enigma. E di scoprire la verità sul conte Vlad III detto l’Impalatore, principe nella Valacchia medioevale, paladino della Cristianità contro le orde degli invasori ottomani. Ora tocca alla giovane proseguire la ricerca…

Letto parecchi anni fa, quando imperversava la moda dei vampiri a seguito del grande successo di Twilight. Ricordo che mi aveva colpito per l’originalità della trama, per nulla banale e scontata con un alone di mistero e horror davvero ben studiato.
Lo recupererò a breve.

CERCA, JOVANKA, CERCA…

345-194-largeTrama:
È la storia di una bambina originaria dell’Amazzonia che, dopo aver perso i genitori naturali in tenerissima età, viene privata anche (a causa di un incidente stradale) dei genitori adottivi di Bari. A sei anni e mezzo comincia per lei l’odissea alla ricerca di altri genitori: viene affidata ad una coppia di Napoli che ha perduto tragicamente una bambina della stessa età, ma da questi nuovi genitori fuggirà perché ossessionati dal ricordo della figlia. Vagherà nel tentativo di ritrovare i nonni di Bari da cui era stata ingiustamente allontanata; stanca, ammalata e senza memoria, viene accolta da una famiglia irpina ed in quella nuova situazione si troverà protagonista del tragico terremoto del 1980. Lo choc subìto si rivelerà risolutivo: ritroverà la memoria, i nonni ed una vita finalmente serena.

Ricordo di aver letto la storia di Jovanka in 2 media e di esserne rimasta davvero colpita. La storia umana e familiare di questa piccola bambina è struggente, aggravata dal terribile terremoto dell’Irpinia che rimmarrà uno dei più tragici nella storia d’Italia.

JANE EYRE

wp-1453728212123.jpegTrama:
Dopo un’infanzia difficile, di povertà e di privazioni, la giovane Jane trova la via del riscatto: si procura un lavoro come istitutrice presso la casa di un ricco gentiluomo, il signor Rochester. I due iniziano a conoscersi, si parlano, si confrontano e imparano a rispettarsi. Dal rispetto nasce l’amore e la possibilità per Jane di una vita serena. Ma proprio quando un futuro meraviglioso appare vicino, viene alla luce una terribile verità, quasi a dimostrare che Jane non può essere felice, non può avere l’amore, non può sfuggire al suo destino. Rochester sembra celare un tremendo segreto: una presenza minacciosa si aggira infatti nelle soffitte del suo tetro palazzo.

Lui per me è IL classico per eccellenza e lo rileggerei all’infinito. Credo che non debba aggiungere altro.

LA TREDICESIMA STORIA

wp-1453314263885.jpegTrama:
Margaret Lea è una giovane libraia antiquaria che, negli anni trascorsi con il padre tra pagine immortali e volumi sepolti dall’oblio, ha coltivato una quieta passione per le biografie letterarie in cui di tanto in tanto si cimenta. La sua prevedibile esistenza viene sconvolta il giorno in cui Vida Winter, sfuggente e carismatica scrittrice alla fine dei suoi giorni, la incarica di scrivere la sua biografia ufficiale. Margaret parte alla volta dell’isolata magione dell’anziana autrice, nelle campagne dello Yorkshire, e rimane immediatamente stregata dalle vicende della singolare famiglia Angelfield e dalla sorte di un misterioso racconto che Vida Winter non ha mai voluto pubblicare… La tredicesima storia dipana così davanti agli occhi del lettore non solo il tempestoso trascorrere di esistenze avvolte dal segreto, ma anche la complessa, intensissima amicizia tra due donne di differenti generazioni che, dietro la magica finzione del narrare, troveranno l’una nell’altra verità su se stesse a cui mai sarebbero potute arrivare da sole.

Questo romanzo mi ha sempre affascinato per la sua particolarità. La narrazione è molto costruita e articolata senza però essere complessa, anzi la scrittrice tesse una vera e propria ragnatela capace di attirare il lettore a sè.
Qui trovate la recensione.

IL TOCCO DI VENERE

indexTrama:
Venduta come schiava dai genitori, la giovane Jerzia -nana ma perfettamente proporzionata e dotata di grande intelligenza-, giunge nella Roma di Augusto, dove ri mane profondamente scioccata. Esposta come merce nel foro boario e spaventata dai racconti degli altri schiavi, viene comprata da Lyco ed entra a far parte di una compagnia di mimi in cui conosce Arellio e in seguito il grande poeta Ovidio, che la prende in simpatia e la ribattezza Andromeda. Inizia così una nuova fase della sua vita: impara a leggere e a scrivere e da piccola nana di provincia diventa una donna colta e intelligente, pronta a entrare in una famiglia importante. Regalata a Giulilla, nipote dell’imperatore, ne diventerà amica eseguirà molto da vicino la feroce lotta e le fitte trame ordite tra Giulilla e Livia, seconda moglie di Augusto, entrambe determinate a promuovere il rispettivo candidato al!a successione dell’Impero. Quale sarà il suo ruolo e quale il suo destino una volta che i giochi saranno conclusi? E ci sarà una speranza d’amore perla piccola Andromeda?

Questo libro permette di fare davvero un salto nell’antica Roma, di camminare tra i vicoli acciottolati, di guardare nelle botteghe, nelle case e nelle vite dei romani al tempo del grande Augusto. Se amate la Storia e quella di Roma in particolare questo romanzo è un ottima lettura.

Se avete letto qualche titolo di quelli proposti, fatemi sapere cosa ne pensate.

A presto,
Firma.jpg

19 pensieri riguardo “5 cose che | 5 libri che vorrei rileggere *21

  1. Ciao Tiziana!! Ho letto La tredicesima storia e Jane Eyre, ho pensato di inserire anche io quest’ultimo, mi piacerebbe rileggerlo, anzi lo avrei quasi sicuramente riletto, se non fosse che l’ho prestato e non mi è ancora stato riportato! Davvero molto interessanti anche gli altri tre libri che non conoscevo

    "Mi piace"

    1. Condoglianze per il libro che non ti hanno restituito 😁 😁. Sono molto belli tutti e 5. Tra quelli che non hai letto ti consiglio cerca, jovanka, cerca e il discepolo. Il primo arriva dritto al cuore il secondo invece (se ami i vampiri) è molto particolare, a mio parere l’unico che può essere paragonato al Dracula originale.

      "Mi piace"

Condividi il tuo pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...