RECENSIONE

GLI OCCHI DELL’IMPERATORE, L. Mancinelli

2698193
«Non si può mai sapere che cosa ci serba la sorte. A volte qualche cosa a cui non si è mai pensato, e che non ci aspetteremmo mai»

Titolo: Gli occhi dell’Imperatore
Autore: Lucia Mancinelli
Edito da: Einaudi
Prezzo: 7.90 €
Genere: Romanzo storico
Pagine: 192

 

 

 

 

 

 

 

Ciao booklovers,

oggi vi porto in giro per la mia amata Puglia, un territorio ricco di storia, di cultura, di castelli, monumenti, musei e zone archeologiche di grande rilevanza, conosciute ed apprezzate in tutto il mondo. Questo meraviglioso viaggio però lo faremo  attraverso “gli occhi dell’Imperatore” Federico II.

• SINOSSI •

Bianca Lancia è la protagonista e voce narrante di questo romanzo, nobildonna del Monferrato che con la sua straordinaria bellezza fa innamorare l’imperatorre Federico II. Galeotto fu il falco e chi lo condusse, infatti il loro amore comincia grazie alla passione condivisa per i falchi e la falconeria. Da questo intenso colpo di fulmine nasce un sentimento forte e duraturo destinato ad unirli per tutta la vita. I due amanti intraprendono una fitta relazione ben consapevoli del ruolo così importante svolto da Federico, dei suoi matrimoni combinati nell’interesse politico ed economico e dunque dall’imposssibilità di poter vivere e convivere seguendo le regole del cuore. Frutto di questo amore è Manfredi, che Bianca coraggiosamente mette al mondo e cresce da sola, vivendo nella promessa fattale da Federico. Promessa che dopo moltissimi anni viene finalmente mantenuta: un giorno si presenta al castello degli Agliano (famiglia di Bianca) il cavaliere di Tannhaus con il suo scudiero a chiede la mano della contessa da parte dell’imperatore. Bianca felicissima organizza velocemente il viaggio e l’indomani la comitiva intraprende il lungo viaggio verso Castel del Monte. Compagni di viaggio della contessa e del cavaliere sono Manfredi, Pelone, il suo cane, e la fida nutrice. Il viaggio dura complessivamente un anno, e porta l’intera comitiva ad attraversare gran parte dell’Italia, prima a bordo di una nave comandata da un pirata amico dell’Imperatore con la quale sbarcano nella splendida Amalfi, per poi proseguire a piedi attraversando gli Appennini e la Valle dell’Ofanto. Qui, nella meravigliosa cattedrale di Trani finalmente Bianca e Federico vengono uniti in matrimonio, Bianca viene incoronata imperatrice e di conseguenza Manfredi viene riconosciuto ufficialmente come  figlio leggittimo di Federico.

Torre della Cattedrale
Cattedrale di Trani

Il lungo viaggio costringe tutti i personaggi a vivere e condividere la quotidianità, portandoli, inevitabilmente, a trascorrere molte ore insieme, creando così dei legami speciali. In particolare si crea una speciale complicità tra Bianca e il cavaliere che presto finiscono per innamorarsi, ben consapevoli di non poter tradire in nessun modo la fiducia del proprio imperatore. Entrambi non fanno mistero del reciproco sentimento e cominciano così a scambiarsi una lunga serie di sguardi, alimentando il loro amore con lunghe ore trascorse a chiacchierare. Bianca da parte sua cerca di mantenere vivo il suo amore per Federico facendo appello al ricordo dei suoi occhi, di quell’azzurro intenso che anni addietro l’avevano fatta innamorare e che le avevano permesso di aspettarlo per così tanti anni.

Quando giungono a destinazione la dolce Bianca prova sentimenti contrastanti: da una parte è emozionata, finalmente dopo anni può ricongiungersi con l’amore della sua vita, il padre di suo figlio. Un sentimento che è riuscita a mantenere vivo e rigoglioso ma che ora dinnanzi all’imperatore rischia di vacillare a causa di quegli stessi anni che li hanno tenuti fisicamente lontani. Bianca ha di fronte a sè un Federico invecchiato, sofferente, non più il giovane e vigoroso imperatore di una volta. Ma le basterà guardare ancora una volta i suoi occhi per capire quanto forte sia il loro amore e quanto anche lui abbia desiderato e atteso quel momento. Dall’altra però Bianca sa che quel momento costituisce anche l’addio per il suo amato Tannhaus. Ma Federico, da buon imperatore comprende che qualcosa nella sua amata Bianca è cambiato, ha semplicemente guardato attraverso i suoi occhi. Comprende che un nuovo sentimento sta crescendo in lei, e consapevole della sua condizione e desideroso di vederla felice, le strappa un ultima promessa prima di morire…che ovviamente lascio a voi lettori scoprire di cosa si tratti :).

 

• RECENSIONE •

Gli occhi dell’Imperatore è una versione romanzata di alcuni aspetti della vita di Federico II visti e vissuti attraverso gli occhi di Bianca Lancia. Bianca infatti è un personaggio realmente esistito, nobildona del Monferrato viene storicamente collocata e riconosciuta come ultima moglie dell’Imperatore. Come spesso accade però, storia e leggenda sconfinano l’una nell’altra rendendo impossibile stabilire quali fatti siano storicamente veri e quali frutto di pura fantasia. Pertanto esistono alcune leggende circa le ragioni del loro matrimonio. La più nota racconta che dopo la morte di Isabella d’Inghilterra (terza moglie dell’imperatore) Bianca supplicò Federico di sposarla con l’unico intento di leggittimare e quindi veder legalmente riconosciuti i loro figli. Federico avrebbe accettato di buon grado la sua richiesta semplicemente perchè Bianca era già sofferente e prossima alla morte. Un seconda leggenda, invece, conosciuta come la Chronica di Fra’ Salimbene da Parma narra che il matrimonio avvenne in punto di morte di Federico, sempre però sotto insistenza di Bianca desiderosa di salvare la sua anima e di veder riconosciuto legalmente il figlio (e futuro re) Manfredi. Appare evidente dopo questo breve elenco delle leggende sulle circostanze che portarono al matrimonio reale, che la Mancinelli, nello scrivere il suo romanzo, si sia affidata alle vicende così come vengono narrate da Fra Salimbene nella Chronica e dunque a raccontare di un imperatore che sofferente, dal suo letto, convince  sua moglie Bianca ad  andare oltre dopo la sua dipartita.

Il romanzo prende il titolo da ciò che diventa causa e pricipio di questa stroria d’amore, ma a ben vedere tutto il plot si sviluppa intorno ad un’unica figura quella di Bianca, ed è attraverso i suoi occhi che viviamo il loro sentimento e vediamo nascere quello con il cavaliere di Thannaus. Attraverso i suoi occhi ammiriamo i meravigliosi paesaggi che lungo il viaggio sono costretti ad attraversare. In particolare quando giunge nella valle dell’Ofanto, con i suoi colori e i suoi profumi. Il lettore immergendosi nella lettura compie più di un viaggio: nella Storia, rivivendo gli ultimi momenti della vita di Federico, sebbene in forma romanzata, ma che offrono comunque spunti interessanti e stuzzica la voglia di indagare sulle reali vicende storiche dell’Imperatore. Un viaggio nella vita privata dei vari personaggi, conoscendone il carattere, il passato e per alcuni anche il futuro.

Da buona pugliese ho apprezzao molto le descrizioni relative al mio territorio. Descrizioni molto ben articolate, ricche di particolari, che permettono al lettore un esperienza sensoriale straordinaria. Si ha, infatti,  l’impressione di camminare accanto ai personaggi, di respirare i profumi e di poter girare lo sguardo per ammirare le meraviglie dei paesaggi. Il linguaggio, inoltre, molto semplice e scorrevole rende la lettura piacevole e l’esiguità delle pagine permette di leggere il romanzo tutto d’un fiato in poche ore.

castel_del_monte-1728x800_c.jpg
Castel del Monte (Andria)
castel_del_monte.jpg
Castel del Monte

 

VOTO

2016-02-17-13.07.05.jpg.jpeg

A presto,
Firma.jpg

Salva

Salva

Salva

Annunci

One thought on “GLI OCCHI DELL’IMPERATORE, L. Mancinelli

Condividi il tuo pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...