RECENSIONE

LA MECCANICA DEL CUORE, M. Malzieu

La meccanica del cuore.png

Titolo: La meccanica del cuore
Autore: Mathias Malzieu
Edito da: Feltrinelli
Prezzo: 6.00 €
Genere: Narrativa/ Generale
Pagine: 160 p.

 

 

 

“Tre, non innamorarti, mai e poi mai…”

 

• SINOSSI •

Desiderare ardentemente di leggere un certo libro è uno degli errori più frequenti che un lettore possa commettere. Ci si carica positivamente ancor prima di averlo acquistato e, a complicare la situazione, ci sono le mille recensioni positive che alimentano il fuoco della lettura. Per questo motivo quando si esce dalla libreria con il libro in questione i nostri occhi assumono quell’inequivocabile forma a cuoricino di chi ha appena trovato un tesoro. Ho infatti desiderato questo libro per molto tempo e qualche settimana fa, approfittando dei saldi, l’ho finalmente acquistato. Ho cominciato a leggerlo con grande entusiasmo, e non vi nascondo che nutrivo grandi aspettative..ma bando allle ciance e veniamo alla trama.

La meccanica del cuore narra l’amore adolescenziale di un ragazzino molto particolare. Jack nacque nel 1874, in una notte descritta come la più fredda del mondo, per tal motivo il suo cuore si gelò completamente. Madeleine, una bizzarra levatrice-strega, lo salverà applicando un orologio a cucù al suo cuore difettoso. Questa piccola protesi ha però dei limiti: Jack dovrà vivere al riparo da sentimenti estremi, i quali potrebbero risultargli fatali: primo fra tutti l’amore!

Jack crescerà presto e inevitabilmente finirà per sperimentare l’amore. Giunto all’ adolescenza incontrerà una piccola cantante andalusa, una fanciulla dai capelli neri, dal viso angelico e con una voce da usignolo. La vista un pò precaria e il mancato utilizzo degli occhiali la rendono alquanto maldestra, difetti che la rende speciale agli occhi di Jack. Miss Acacia lascerà improvvisamente Edimburgo e Jack, ormai follemente innamorato, affronterà un lungo viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada dove ritroverà la sua amata in un circo alquanto bizzarro: l’Extraordinarium.

Riusciranno i due innamorati  a ricongiungersi?

Madeleine aveva imposto tre regole al piccolo Jack:

Uno, non toccare le lancette.

Due, domina la rabbia.

Tre, non innamorarti mai e poi mai.

Altrimenti, nell’orologio del tuo cuore,

la grande lancetta delle ore ti trafiggerà per sempre la pelle,

le tue ossa si frantumeranno,

e la meccanica del cuore andrà di nuovo in pezzi.

Serviranno davvero a tenerlo al sicuro?

E  Jack riuscirà a rispettarle?

Potrà invece abbandonarsi ad un sentimento così grande come l’amore senza compromettere la meccanica del suo cuore?

 

• RECENSIONE •

La meccanica del cuore è un libro particolare, “strano”. Una metafora del sentimento amoroso utilizzata per trattare dell’amore visto e vissuto attraverso gli occhi di un adolescente. Il lettore infatti accompagnerà Jack nel suo viaggio verso l’età adulta passando per quel periodo di criticità qual è l’adolescenza. Un età in cui ognuno di noi ha sperimentato amore, amicizia, gelosia e rabbia. Età in cui ogni sentimento viene amplificato e ciò non può che scontrarsi fortemente con le tre regole imposte da Madeleiene.

Personalmente l’ho vissuta come una favola dai tratti un pò cupi sia per i personaggi bizzarri e sia per le ambientazioni non del tutto realistiche. L’interccio scorre velocemente grazie anche ad una scrittura ben strutturata e ad un lessico molto particolare e ricercato pur essendo molto semplice. E’ un libro davvero molto particolare, non rientra nei mie gusti ma, per quanto non l’abbia particolarmente apprezzato, non sconsiglio neppure di leggerlo.

A voi è piaciuto?

A presto, Tiziana.

Salva

Annunci

Condividi il tuo pensiero

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...